Presupposti

L’Organizzazione Mondiale della Sanità, in risposta alla richiesta dei governi di linee guida aggiornate in merito a politiche efficaci per favorire una maggiore diffusione dell’attività fisica in tutta la popolazione, in special modo tra le fasce più sedentarie come donne adulte e adolescenti, ha lanciato “More active people for a healthier world”. Si tratta del primo piano d’azione globale il cui fine è promuovere lo stile di vita fisicamente attivo.
Il progetto è stato sviluppato grazie i rappresentanti della Società Internazionale per l’attività fisica e la salute (International Society for Physical Activity and Health – Ispah) e i portatori di interesse di vari settori, tra i quali figurano sanità, sport, trasporti e pianificazione urbanistica, nonché la società civile, il mondo della ricerca e dell’università e l’imprenditoria privata. (Fonte OMS 2018).

Obiettivi

1. Promuovere e incentivare uno stile di vita più attivo e stimolante nel mondo femminile non solo da un punto di vista fisico ma anche psicologico;
2. Favorire lo sviluppo di competenze trasversali che sono necessarie per affrontare in maniera efficace il mondo del lavoro e la vita personale (Soft Skills).

Il Progetto

Lo sport al femminile viene spesso messo su un livello differente.
Questo perché si ha ancora l’idea che la donna possa avere meno risorse per affrontare situazioni in cui lo spirito di adattamento debba essere ben sviluppato.
Nell’immaginario comune si pensa ancora alla donna poco attiva da un punto di vista sportivo o alla donna che pratica sport definiti prettamente femminili.
Negli ultimi anni invece si è per fortuna assistito ad un cambio di questa tendenza.
Anche la donna viene inserita e può raggiungere risultati importanti in sport che prima venivano maggiormente definiti prettamente maschili.
Inoltre la figura femminile ha acquisito ogni giorno di più un ruolo fondamentale nella società che non la vede più come donna e mamma, ma la vede come donna, mamma, lavoratrice in carriera e perché no anche atleta.
Sono sempre di più le donne che nel loro stile di vita conciliano vari aspetti che prima si pensavano inconciliabili.

Obstacle Therapy

L’Ostacolo Terapia è una metodologia che utilizza la disciplina sportiva OCR (Obstacle Course Race) al fine di aiutare le persone ad entrare in contatto con i propri stati emotivi.

Le emozioni hanno bisogno di essere vissute non controllate.

L’Ostacolo Terapia ti permette di entrare in quelle emozioni tanto temute e di trasformarle in forza sia fisica che mentale.

La trasformazione avviene in quanto il superamento fisico dell’ostacolo ti costringe ad agire e a tirare fuori veramente tutte le risorse di cui hai bisogno, cosa che non accade solitamente quando si vivono situazioni emotive solo a livello mentale.

Corpo e mente un unico alleato, non possono avere una vita separata.

Tutte le più importanti teorie sulle emozioni fanno riferimento a mente e corpo come due collaboratori. Le emozioni transitano dal corpo, la mente le crea. Ma è anche vero il concetto inverso.

Il punto di forza è che per convincere il corpo ci si impiega meno tempo perché è sufficiente che viva le emozioni, che le senta.

La mente fa più fatica a razionalizzare i processi emotivi ecco perché ha bisogno del corpo per saltarci fuori.

In maniera molto semplice le emozioni hanno bisogno di essere agite, vissute, e questo lo si può fare solo attraverso l’uso del nostro corpo che molto spesso dimentichiamo di avere e non consideriamo parte fondamentale di noi.

PErchè le OCR (Obstacle Race Course)

Precisione, resistenza allo stress, problem solving. Sono solo alcune delle famose Soft Skills di cui ormai non si può fare a meno per gestire in maniera efficace la propria vita sia lavorativa che sociale.

Etica e tolleranza favoriscono in ambito relazionale la capacità di lavorare in gruppo e di cooperare per il raggiungimento degli obiettivi. Permettono di gestire lo stress delle relazioni disfunzionali e di sviluppare comportamenti adeguati a norme e valori condivisi.

Altro aspetto importante è la capacità di prendere decisioni e di negoziare, che migliora grazie allo sviluppo di flessibilità, ascolto empatico e distacco razionale.

Le competenze orientate alla realizzazione di sé, invece, riguardano soprattutto la capacità di valutazione, da cui deriva la selezione, la corretta gestione e la valorizzazione delle informazioni.

Come si Svolge il Progetto

Il progetto WiM (WomenInMud) è rappresentato da una squadra tutta al femminile composta da donne con ruoli diversi nella vita: impiegate, psicologhe, operatori sanitari, insegnanti tutte insieme per un unico obiettivo: creare un nuovo stile di vita dove lo sport diventa parte importante e integrante della quotidianità.
Non importa il ruolo lavorativo, se mamma o no, ciò che importa diventa imparare a superare ogni ostacolo con forza, esplosività, concentrazione e strategia così come nella vita reale.
La squadra si allena regolarmente insieme per prepararsi ad un ricco calendario di gare nazionali ed europee da svolgere in team sia competitive che non competitive, ma il focus principale rimane la capacità di allenarsi alla vita attraverso l’utilizzo di una disciplina sportiva unica nel suo genere.
Nonostante la squadra nasca tutta al femminile, il senso di accoglienza e inclusione è sempre presente.
Persone di livello differente riescono comunque ad integrarsi attraverso il passaggio e la condivisione delle risorse.

Quali Soft Skills e come vengono allenate

AUTONOMIA

L’autonomia è la capacità di gestire qualcosa attingendo alle proprie risorse interne. Spesso accade che le persone non siano consapevoli di quante risorse hanno a disposizione per far fronte agli eventi, facendo così una ricerca costante di forze esterne per risolvere situazioni.
L’Ostacolo Terapia invece ti costringe ad attingere a tutto quello che hai a disposizione per superare l’ostacolo sia come forza mentale che come forza fisica.

FIDUCIA IN SÉ STESSI

Essere consapevoli del proprio valore e delle proprie capacità non sempre è un processo scontato quando si parla di superamento di “problemi”.
Il superare fisicamente un ostacolo equivale anche a consapevolizzare il fatto che sia possibile. Se nella tua mente non riesci a superarlo non potrai farlo nemmeno fisicamente. Quando impari a vedere prima nella tua mente tutto diventa più semplice.

FLESSIBILITÀ/ADATTABILITÀ

Adattarsi alle situazioni nuove non è mai facile.
Un contesto dove costantemente devi adattare il tuo corpo alle situazioni che ti propongono gli ostacoli, porta automaticamente a farti lavorare da un punto di vista mentale anche ad un adattamento psicologico.

RESISTENZA ALLO STRESS

Di sicuro di stress fisico durante un allenamento se ne sente. La capacità di gestire il proprio corpo in situazioni stressanti è un buonissimo allenamento per fare capire alla mente che lo stress può essere una chiave positiva (Eustress).

FIDUCIA IN SÉ STESSI

Essere consapevoli del proprio valore e delle proprie capacità non sempre è un processo scontato quando si parla di superamento di “problemi”.
Il superare fisicamente un ostacolo equivale anche a consapevolizzare il fatto che sia possibile. Se nella tua mente non riesci a superarlo non potrai farlo nemmeno fisicamente. Quando impari a vedere prima nella tua mente tutto diventa più semplice.

CONSEGUIRE OBIETTIVI

Quanta determinazione si ha per conseguire gli obiettivi? Quanto impegno? A volte capita che gli obiettivi non vengano raggiunti semplicemente perché non ci si dà il tempo giusto oppure perché non sono espressi in maniera adeguata.
Per raggiungere un obiettivo il primo passo è quello di definirlo in maniera precisa.
Ogni superamento di ostacolo è un mini obiettivo da raggiungere, un ‘ottima maniera di allenarsi a perseguire gli obiettivi di vita.

GESTIRE LE INFORMAZIONI

Il superamento dell’ostacolo non dipende solo dalla forza fisica, ma dipende anche dalla capacità che si ha di gestire le informazioni tecniche che si ricevono. Sapere ascoltare e usare le informazioni esterne è un’abilità che allenata ti permette di gestire le situazioni senza lasciarti travolgere dalle emozioni.

ESSERE INTRAPRENDENTE/SPIRITO D’INIZIATIVA

A volte per superare l’ostacolo si ha bisogno di spirito di iniziativa al fine di arriva all’obiettivo finale. Vuol dire che ci si deve inventare qualcosa per andare oltre. A volte nella vita si ragiona per binari, facendo fatica ad utilizzare la novità e l’intraprendenza.

CAPACITÀ COMUNICATIVA

Sapersi esprimere efficacemente non è una cosa scontata. A volte ci si tiene tutto dentro perché non ci si sente capiti. Piuttosto non si parla, non si condivide.
Nel contesto dell’Ostacolo Terapia invece la comunicazione diventa fondamentale. Saper comunicare le proprie necessità e le proprie paure è fondamentale se si vuole imparare a superare l’ostacolo. Così come nella vita comunicare bene diventa fondamentale.

PROBLEM SOLVING

A volte gli ostacoli devono essere superati prima strategicamente, come un vero e proprio problem solving. Identificare criticità anticipatamente permette di individuare anche le possibili soluzioni.

TEAM WORK

Ci sono ostacoli dove bisogna collaborare. Se non ci lavora insieme non può essere superato. La vita non è fatta solo di individualità, ma è fatta anche di collaborazione e condivisione. Il tutto è sempre più della somma delle singole parti.