Quando diciamo cose tipo “le persone non cambiano”, facciamo impazzire gli scienziati. Perché il cambiamento è letteralmente l’unica costante di tutta la scienza. L’energia, la materia, cambiano continuamente, si trasformano, si fondono, crescono, muoiono. È il fatto che le persone cerchino di non cambiare che è innaturale, il modo in cui ci aggrappiamo alle cose come erano invece di lasciarle essere ciò che sono, il modo in cui ci aggrappiamo ai vecchi ricordi invece di farcene dei nuovi, il modo in cui ci ostiniamo a credere nonostante tutte le indicazioni scientifiche , che nella vita tutto sia sempre. Il cambiamento è costante. Come viviamo il cambiamento, questo dipende da noi. Possiamo sentirlo come una morte o possiamo sentirlo come una seconda occasione di vita. Se apriamo le dita, se allentiamo la presa e lasciamo che ci trasporti, possiamo sentirlo come adrenalina pura, come se in ogni momento potessimo avere un’altra occasione di vita, come se in ogni momentopotessimo nascere ancora una volta (Meredith Grey) .

La motivazione così come la si intende sappiate che non esiste.

A volte si chiede aiuto per cambiare ma non si crede fino in fondo nel cambiamento. Non si crede di potercela fare e di poter acquisire nuove abitudini.

Nessuno può convincervi a cambiare se non lo volete.

Nessuno lavorerà per il vostro cambiamento.

Non esiste persona che possa motivarvi di più o motivarvi di meno, esiste invece atteggiamento che voi scegliete di avere nei confronti della vostra vita e di ciò che accade.

É proprio vero che spesso ci si ostina a rimanere aggrappati a delle abitudini comportamentali ed emotive invece di sforzarsi di capire che il per sempre è molto relativo.

Ci ostiniamo a credere di non poter cambiare solo perchè pensiamo di non meritare altro o perchè crediamo troppo nel destino.

Si è convinti di non poter fare niente e che tutto debba rimanere così.

Capita anche che quando qualcuno ci fa notare che forse sono pensieri irrazionali ci si irrita anche, come se non ci si sentisse capiti fino in fondo.

Ogni giorno vedo e ascolto questi comportamenti e li capisco, ci sono passata anche io.

Per qualcuno è questione solo di tempo, altri invece si condannano a rimanere in questo girone di pensieri a vita.

Non sono capace, non me lo merito, la mia vita fa schifo, sono sbagliato, tutto è contro di me..

Fate un esame di coscienza, pensate veramente che la vostra vita faccia schifo e che voi non possiate fare veramente niente?

Proprio questo è il problema più grande: il fare.

Quando si è incastrati nei propri pensieri l’unica via d’uscita è agire, fare.

Ci sono tante strategie molto semplici che possono essere applicate per iniziare a gestire al meglio i tuoi pensieri e i tuoi stati d’animo.

Certo a volte forse è più semplice continuare a lamentarsi piuttosto che decider di fare il primo passo.

Mi rendo conto di essere a volte un po’ dura quando si parla di motivazione e di cambiamento, ma so anche quanto efficace possa essere un atteggiamento basato sull’azione.

Il cambiamento è letteralmente l’unica costante della scienza, noi non siamo fatti per rimanere fermi, ma siamo fatti per evolvere, crescere imparare.

Il cambiamento deve partire da dentro e così la tua motivazione.

Le persone intorno possono solo aiutarti a indirizzare lo sguardo verso altre prospettive ma non possono dirti dove devi andare, come e perché.

La magia della vita consiste proprio nell’avere la convinzione di poter creare ciò che desideri.

Se non sai cosa desideri realmente vuol dire che non ti sei ancora guardato dentro. Fermati qualche istante, allenati a stare con te stesso, allenati ad ascoltarti, smettila di piangerti addossi o di rimuginare o di lamentarti.

Lascia spazio alla voce del cuore e concediti l’opportunità di ascoltarla senza giudicarti.

E ricordati che nell’impossibile c’è sempre il possibile.

Buona riflessione

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Top
[/column]