Ci sono momenti della vita in cui fare pulizia diventa necessario.

A volte non ce ne rendiamo conto e continuiamo imperterriti a tenere aperte delle porte assolutamente inutili che sono un gran spreco di energie.

Persone che riappaiono solo quando sono interessate.

Persone che sono sempre impegnate ma dicono di volerti bene.

Persone verso le quali continui a nutrire tante aspettative nonostante i lunghi silenzi.

Imparare ad allontanare questo tipo di persone, equivale a volersi bene, a prendersi cura di sé e delle relazioni che fanno bene al cuore.

A volte il voler bene a qualcuno non basta affinché una relazione, di qualsiasi tipologia funzioni, a volte bisogna veramente avere il coraggio e la consapevolezza che è più utile allontanare determinate persone dalla nostra vita.

Allora perché non lo facciamo?

Forse perché viviamo in una società dove è più semplice evitare ed apparire che dare spazio alle reali emozioni e alla consapevolezza di ciò che ci fa realmente bene.

Si vive in una falsa idea di gentilezza dimenticandosi che la prima persona verso la quale è importante essere gentili siamo noi stessi.

Allora si sopporta, si sorride e quando è ora ecco che nonostante tutto ci siamo.

Ho sempre avuto un carattere molto spinoso in ambito interpersonale.

Ammetto di avere delle “regole” molto ferree a tale riguardo e a volte mi viene fatto notare che quando chiudo la porta difficilmente la riapro.

Non ho tempo da perdere con persone che non hanno voglia di investire emotivamente. Le relazioni interpersonali affinché funzionino necessitano di investimento emotivo da entrambe le parti se questo viene a mancare anche solo da una parte non vale più la pena investire in una relazione del genere.

L’obiezione che spesso mi viene fatta è che non si possono paragonare relazioni amicali, di coppia e lavorative. In realtà il meccanismo di base è sempre uguale.

Anche in un contesto lavorativo le relazioni sono fatte di emozioni. Se queste non sono curate non si possono raggiungere gli obiettivi comuni.

Quindi inutile raccontarsela, tutte le relazioni, di qualsiasi natura esse siano hanno bisogno del nostro aspetto emotivo affinché vadano avanti e ne valga la pena, sennò è veramente tempo perso. Non ti ostinare a tenere quella porta aperta anche quando si sta chiudendo da sola, guarda avanti e pensa sempre che meriti di meglio.

 

Quindi cosa fare nella pratica per fare pulizia?

  1. Per prima cosa rispondi con sincerità alla seguente domanda: cosa è realmente importante per te nelle relazioni interpersonali?
  2. Inizia con lo stilare una lista delle persone che pensi facciano parte della tua vita in questo momento.
  3. Di fianco ad ogni nome indica le emozioni e sensazioni che ti suscitano.
  4. Rileggi la lista con le sensazioni e soffermati su quei nominativi che non hai abbinato a sensazioni piacevoli e rispondi alle seguenti domande: cosa accade se mi allontano? Cosa non accade se non mi allontano?
  5. È il momento di fare pulizia: scegli chi veramente vuoi faccia parte della tua vita.

Di sicuro la domanda che viene subito in mente è: come faccio a liberarmene?

Quello che vi posso dire è che la sincerità ripaga sempre. Se avete la possibilità di farlo fatelo con una semplice chiacchierata a cuore aperto.

Se non ne avete la possibilità, imparate a lasciare andare ciò che è destinato ad andare.

Buona riflessione

Top
[/column]