Riprendo un articolo molto bello letto su Huffingtonpost sugli effetti del sorridere sulla nostra percezione del mondo e di ciò che ci circonda.

Già nel mio libro affronto in maniera approfondita questo argomento riprendendo gli studi di William James, psicologo e filosofo del fine ottocento.

 

 

[Tweet theme=”basic-full”]Le nostre espressioni facciali o i movimenti del nostro corpo non sono una conseguenza delle nostre emozioni, ma la causa (W. James)[/Tweet]

 

Il nostro corpo transita e crea emozioni. Questo è un dato di fatto, anche se ahimè molto spesso considerato ancora troppo poco da chi lavora nelle relazioni di aiuto.

Tante volte ho già espresso il mio parere sull’utilizzo della fisiologia per imparare a gestire e addirittura a cambiare il nostro stato d’animo da non funzionale a funzionale.

Per fortuna ci sono dei ricercatori che investono il loro tempo a studiare ciò.

Cosa può fare un semplice sorriso?

Quando qualcosa di positivo accade, sorridiamo e sarebbe proprio questo atto, da solo, a scatenare la sensazione di gioia in noi. Ecco perché, secondo un’altra ricerca riportata dal sito “Science of us”, chi si è sottoposto a trattamenti di botox, che hanno avuto come effetto un irrigidimento dei muscoli facciali, è meno portato a provare le immediate sensazioni di benessere scatenate dal sorriso. Più il nostro viso è pronto a sorridere, più il nostro umore ne giova. È quanto hanno dimostrato, negli anni ’80, alcuni ricercatori che hanno chiesto ad un gruppo di persone di guardare una serie di cartoni animati. Coloro che guardavano lo schermo mordendo una penna erano più divertiti e più entusiasti rispetto a quelli che, invece, seguivano la storia a bocca chiusa.

Secondo la nuova ricerca, condotta dalla University of London, quando sorridiamo riusciamo anche a recepire in modo diverso le emozioni altrui. Gli studiosi hanno chiesto a 25 partecipanti di sfogliare una serie di foto che mostravano volti sorridenti o con un’espressione neutrale e hanno registrato le reazioni del loro cervello usando un elettroencefalogramma. Hanno così osservato che quando i partecipanti sorridevano guardando l’immagine di un volto neutrale, il loro cervello avvertiva l’espressione della foto come un sorriso. “È la dimostrazione del ruolo fondamentale che l’espressione facciale ha, soprattutto quando si tratta di decifrare quella altrui – scrivono i ricercatori -. Il nostro studio sembra supportare la frase:

 

 

[Tweet theme=”basic-full”]Se sorridi, il mondo ti sorriderà[/Tweet]

(fonte Huffingtonpost)

 

Cosa fare di più?

Sorridi anche se non accade qualcosa di positivo, allenati a sorridere. Fai in modo che diventi parte del tuo stile di vita.

Come diceva William James:

[Tweet theme=”basic-full”]Non ridiamo perché siamo felici, ma siamo felici perché ridiamo (W.James)[/Tweet]

 

Scopri come allenarti al sorriso…

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Top
[/column]