è-arrivato-natale

Il Natale è arrivato anche quest’anno.

E anche quest’anno la mia agenda è diventata molto fitta di appuntamenti.

Quando siamo piccoli il Natale è speciale, poi cosa succede?

Perché molte persone si sentono tristi in questo periodo?

Perché i conflitti familiari diventano più accentuati?

Perché ci sentiamo più soli?

Mi spiace ma non ho la risposta, posso solo dirti che non sei solo e darti un mio umile parere.

Natale è sempre pieno di regole di comportamento. Bisogna fare questo e quest’altro. E se non lo fai allora non va bene. Perché non va bene? Perché a Natale “devi fare così”.

Scusate, chi lo dice?

Chi dice che devo trascorrere il Natale con determinate persone?

Chi lo dice che devo telefonare per fare gli auguri?

Chi lo dice che devo per forza farti un regalino?

Insomma perché devo rispettare delle regole senza crederci?

Penso che molto spesso il Natale sia pieno di comportamenti costruiti socialmente.

Pensate a questo, quando facciamo una cosa contro il nostro volere, cosa percepiamo? Non congruenza, ansia e frustrazione. Quindi se trascorrete i giorni di Natale secondo regole che non vi appartengono le sensazioni che proverete saranno per forza impotenza, tristezza e ansia. Ma allora perché continuiamo a seguire queste regole?

Penso che ognuno abbia la sua risposta in base al proprio vissuto.

Per quanto mi riguarda ho fatto delle scelte ben precise e anche a Natale mi circondo di persone con cui sto bene e tutto il resto non esiste.

È chiaro che rischi di metterti contro qualcuno, o di essere giudicato male. Ma quando sei congruente con te stesso e con quello che senti tutto quello che ti arriva dall’esterno non ti scalfisce.

È chiaro che fare una scelta del genere richiede avere le p….e, ma poi la sensazione di benessere che puoi avere è indescrivibile.

Allora come sopravvivere in questi giorni?

Scegli le persone con cui stai bene

Fai una lista delle persone con cui passeresti volentieri queste giornate.

Verifica la lor disponibilità e organizzati.

Fai regali e auguri solo se sentiti

Evita di fare regali perché li devi fare così come di fare gli auguri perché li devi fare.

E se ricevo regali da persone a cui non voglio fare il regalo?

Fregatene, se quella persona ti ha fatto il regalo con delle aspettative non merita di certo la tua attenzione.

Fai le cose che ti piace fare

Chi lo dice che Natale è solo stare a casa, in famiglia?

Se questa cosa non ti fa stare bene perché farla?

Hai l’opportunità di andare via, ti piace andare via? Fallo!

Per te il Natale è stare a casa tua: fallo!

Tre semplici mosse ma molto efficaci!  A me salvano il Natale da molti anni.

  1. Dicembre 25, 2015

    Quest’anno nella sfortuna mi sento sollevata.io e mio figlio ci siamo presi l’influenza intestinale ,sai bene come si sta.e così io finalmente a casa dal lavoro dove da un mese ero stressata coi preparativi di Natale.Non ne potevo più albero altro albero e mangiare da preparare per il fatidico giorno dove tutti fanno finta di volersi bene.Cosi il caso ha voluto che io no abbia potuto fare neanche il minimo a casa mia.E’devo dire mi sento tranquilla bene io e Mauro abbiamo bevuto il nostro tea e adesso ci riposi amo. ODIO IL NATALE è ‘ la festa della famiglia ….dicono …..no e ‘ la festa della falsità ….tutti si adorano si fanno complimenti e appena rientreranno nelle loro case vorrei sentire i commenti……avrei ancora da scrivere ma mi fermo qui……ps. .questo vale per me no per tutti.

    • Dicembre 26, 2015

      Certo Maria Cristina, ognuno lo vive come meglio crede. Ognuno di noi ha il suo vissuto. Io dico sempre che dovremmo viverlo come ci sentiamo non seguire la massa e fregarcene di ciò che possano pensare gli altri. Un abbraccio!!!

  2. Dicembre 25, 2015

    Quest’anno nella sfortuna mi sento sollevata.io e mio figlio ci siamo presi l’influenza intestinale ,sai bene come si sta.e così io finalmente a casa dal lavoro dove da un mese ero stressata coi preparativi di Natale.Non ne potevo più albero altro albero e mangiare da preparare per il fatidico giorno dove tutti fanno finta di volersi bene.Cosi il caso ha voluto che io no abbia potuto fare neanche il minimo a casa mia.E’devo dire mi sento tranquilla bene io e Mauro abbiamo bevuto il nostro tea e adesso ci riposi amo. ODIO IL NATALE è ‘ la festa della famiglia ….dicono …..no e ‘ la festa della falsità ….tutti si adorano si fanno complimenti e appena rientreranno nelle loro case vorrei sentire i commenti……avrei ancora da scrivere ma mi fermo qui……ps. .questo vale per me no per tutti.

    • Dicembre 26, 2015

      Certo Maria Cristina, ognuno lo vive come meglio crede. Ognuno di noi ha il suo vissuto. Io dico sempre che dovremmo viverlo come ci sentiamo non seguire la massa e fregarcene di ciò che possano pensare gli altri. Un abbraccio!!!

  3. Dicembre 26, 2015

    E cosa insegni a tuoi figli?? A fare quello che sentono, sorvolando ogni valore? È facile dirlo, ma è così durò andare contro corrente!!!

    • Dicembre 26, 2015

      Ciao Mary
      Quello che sto cercando di fare è proprio quello di insegnare a fare ciò che si sente a prescindere dalle regole e convenzioni. Io ho vissuto anni imprigionata nelle convinzioni non mie e non voglio che mio figlio viva le stesse cose, voglio che si senta libero. Auguri e grazie per la tua riflessione!!

  4. Dicembre 26, 2015

    E cosa insegni a tuoi figli?? A fare quello che sentono, sorvolando ogni valore? È facile dirlo, ma è così durò andare contro corrente!!!

    • Dicembre 26, 2015

      Ciao Mary
      Quello che sto cercando di fare è proprio quello di insegnare a fare ciò che si sente a prescindere dalle regole e convenzioni. Io ho vissuto anni imprigionata nelle convinzioni non mie e non voglio che mio figlio viva le stesse cose, voglio che si senta libero. Auguri e grazie per la tua riflessione!!

Write a comment:

*

Your email address will not be published.

Top
[/column]